PRIMO PIANO

  • Il tuo CAF in un click

    Il tuo CAF in un click

SCADENZE FISCALI E TRIBUTARIE

Nessun evento

NOVITA' 2018: IL BONUS VERDE DEL 36% PER LE SPESE SOSTENUTE PER INTERVENTI DI "SISTEMAZIONE A VERDE"

Leggi tutto...

Per le spese sostenute dal 1 gennaio al 31 dicembre 2018 viene introdotta una detrazione del 36% dell'IRPEF per le spese sostenute per interventi di "sistemazione a verde" degli immobili.

In particolare, rientrano nel perimetro dell'agevolazione le opere riguardanti le aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e pozzi, nonché quelle per la realizzazione di coperture a verde e giardini pensili.
La detrazione spetterà ai contribuenti che possiedano o detengano, sulla base di un titolo idoneo, gli immobili sui quali sono eseguiti i lavori.

Il limite di spesa è determinato in misura pari a 5.000 euro e si riferisce alla singola unità immobiliare. Pertanto, nel caso in cui uno stesso contribuente effettui più interventi su diversi immobili, la detrazione spetterà con riferimento a ciascun intervento.
La norma include tra le spese detraibili anche quelle di progettazione e manutenzione connesse alla realizzazione delle opere.
La detrazione spetta anche per gli interventi comuni eseguiti sulle parti esterne degli edifici condominiali. Anche in questo caso l'importo massimo agevolabile corrisponde a 5.000 euro per unità immobiliare e la detrazione spetterà al singolo condòmino nel limite della quota a lui imputabile, a condizione che la stessa sia stata effettivamente versata al condominio entro i termini di presentazione della dichiarazione dei redditi.
Per beneficiare dell'agevolazione è previsto che i pagamenti siano effettuati con strumenti tracciabili (bonifici, carte di credito, ecc.). In proposito si precisa che, differentemente da quanto previsto per le detrazioni riguardanti gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, la norma non richiede l'effettuazione del pagamento tramite bonifico parlante.
La detrazione IPRPEF del 36% andrà ripartita in 10 quote annuali di pari importo nell'anno di sostenimento delle spese e in quelli successivi.
Il beneficio fiscale per il contribuente ammonterà dunque a un massimo di 1.800 euro (36% x 5.000), da suddividere in dieci rate pari a 180 euro all'anno.

La detrazione è inoltre cumulabile con le ulteriori agevolazioni previste sugli immobili oggetto di vincolo da parte del Codice dei beni culturali e del paesaggio, ridotte nella stessa misura del 50%.
In caso di vendita dell'unità immobiliare sulla quale siano stati realizzati gli interventi, la detrazione non utilizzata in tutto o in parte è trasferita per i rimanenti periodi di imposta, salvo diverso accordo delle parti, all'acquirente dell'immobile. In caso di decesso dell'avente diritto, l'agevolazione si trasmette all'erede che conservi la detenzione materiale e diretta del bene.

Riferimenti normativi: La detrazione fiscale delle spese per interventi di sistemazione a verde degli immobili ad uso residenziale (Bonus Verde o EcoBonus) è stata introdotta dai commi 12, 13 e 14 della Legge di Bilancio 2018 (Legge 205/2017).

Stampa Email

SERVIZIO DATA CERTA

Leggi tutto...

COSA E’?

E’ l’associazione di data e ora certa ad un documento elettronico, utilizzando l'EPCM (Electronic Postal Certification Mark) emessa da Poste italiane, così come previsto in ambito internazionale dalla Universal Postal Union.
Attraverso l'apposizione di una EPCM è possibile associare a un documento informatico una data e un orario giuridicamente certi e opponibili ai terzi, con effetto giuridico analogo al tradizionale bollo postale, stabilendo in maniera inoppugnabile l'anteriorità della formazione del documento.
Nel tradizionale sistema di documentazione cartacea, l'attribuzione della data sul documento è prova opponibile ai terzi fino a querela di falso se il sottoscrittore contro il quale il documento è prodotto in giudizio ne ha riconosciuto la validità, ovvero è stata legalmente riconosciuta, ad esempio perché è accaduto un fatto che renda inconfutabile la certezza della previa formazione del documento. Per ciò che riguarda i documenti informatici il problema relativo alla certezza della data è stato risolto dal legislatore attraverso la previsione della validazione temporale, ossia il risultato di una procedura informatica che, se ottenuta attraverso il rispetto di alcune regole tecniche, attribuisce ad uno o più documenti informatici una data ed un orario certo.
Al fine di garantire la validità nel tempo del documento informatico su cui è stata apposta la data certa è necessario che lo stesso sia successivamente memorizzato in un sistema di conservazione digitale. Dal punto di vista probatorio il requisito della data certa si collega con la comune disciplina civilistica in materia di prove documentali e, in particolare, con quanto previsto dall'art. 2704 del codice civile.
Il servizio fornisce al documento una duplice garanzia: oltre alla certezza della sua esistenza in una data e un'ora opponibile a terzi, certifica anche la sua autenticità, integrità, affidabilità, leggibilità e reperibilità nel tempo, aspetti questi assicurati dalla memorizzazione del documento nel sistema di conservazione digitale di Poste.


PERCHE’ IL CAF ?

Nei giorni scorsi abbiamo raggiunto un accordo con POSTEL che ci permette di ufficializzare e proporre un nuovo servizio per il 2018: il servizio di DATACERTA.

Dal giorno 1 Aprile 2016 Poste Italiane Spa non offre più il servizio di Data Certa presso gli uffici postali: il servizio consisteva nell'immediato annullamento di un francobollo con il timbro postale, affrancato sul primo foglio di un documento di un unico corpo o rilegato in modo tale che non potessero essere aggiunte o rimosse delle pagine, cosi come stabilito dall'art.8 del D.lgs 22 Luglio 1999 n 261.
Il servizio di Data Certa Online è il servizio per cittadini, professionisti e aziende alternativo al dismesso vecchio servizio cartaceo di Poste Italiane, per continuare ad apporre una validazione temporale elettronica di Data Certa ai seguenti documenti:

  • fatture, registro IVA vendite e acquisti;
  • libro degli inventari, libro giornale e libro unico del lavoro;
  • atti, contratti, ordini, dichiarazioni e testamenti;
  • documenti di valutazione dei rischi DVR e deleghe di cui all’art 16 del D.lgs 81/08;
  • scritture private, contratti di trasporto e contratti di prestiti tra famigliari;
  • tutti quei documenti di cui si necessita della prova della loro esistenza.

TARIFFE DATACERTA 

 

Stampa Email

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 2018

Leggi tutto... 

Parte la CAMPAGNA FISCALE 2018 

Il CAF CISL ti aspetta nelle nostre sedi per prenotare il tuo 730 oppure direttamente ON LINE cliccando PRENOTA IL TUO APPUNTAMENTO 

Il Caf fornisce agli iscritti, lavoratori e pensionati assistenza e consulenza completa e qualificata nel campo fiscale e delle agevolazioni sociali. Grazie alla professionalità e alla cortesia dei suoi operatori chi entra al CAF CISL con un problema fiscale ne esce con la giusta soluzione. 

NON ASPETTARE ! RIVOLGTI A NOI ! QUALITA' E CORTESIA SEMPRE AL TUO SERVIZIO .... 

 

Stampa Email

SCADENZE FISCALI: RED 2017 E SOLLECITI

Scadenza attività RED e INV CIV (ordinari 2017 e solleciti 2016) e gestione scarti
Leggi tutto...
Con l’arrivo delle lettere di sollecito RED 2016 (redditi 2015) tra dicembre e gennaio, in
queste settimane abbiamo avuto un incremento dell’attività in oggetto. Per tali motivi
abbiamo chiesto all’INPS di allineare le scadenze per tutti i modelli (red ordinari e solleciti;
inv-civ ordinari e solleciti) e permetterci l’elaborazione delle pratiche anche nel mese di
marzo.
L’INPS ha confermato la possibilità di acquisire tutti i modelli anche dopo le scadenze
indicate sulle lettere indirizzate ai cittadini ma con l’obbligo per i CAF di rispettare la
scadenza del 29 marzo per l’invio telematico dei modelli. Per tali motivi sarà possibile
acquisire le dichiarazioni RED e INV CIV (ordinari e solleciti) fino al 28 marzo, il 29
marzo verrà effettuata l’ultima trasmissione telematica all’INPS.

Stampa Email